Venerdì, Giugno 10, 2016 - 23:00
Ingresso: libero

Rosario Bonaccorso: contrabbasso e voce

Roberto Taufic: chitarra e foce

“Viaggiando con.. noi due”è la proposta che vede impegnati Rosario Bonaccorso e Roberto Taufic, portando in scena le affinità elettive e musicali dei due artisti, un duetto che nasce e prende spunto dall’ultimo CD di  Rosario Bonaccorso “Viaggiando”,  uscito nel 2015  per la Jando Music -Via Veneto Jazz e registrato in quartetto, con Fabrizio Bosso, Javier Girotto ed appunto Roberto Taufic.

Un nuovo lavoro, nel quale confluisce un retroterra musicale composito e affascinante e dove, oltre a trovare spazio l'impronta raffinata della cultura mediterranea  mescolata a un indiscusso respiro internazionale, si avverte l’amore del compositore  per la musica brasiliana.

Bonaccorso propone il suo universo interiore e diventa autore ed  interprete dando voce – letteralmente – alla propria sfera emotiva, senza filtri e inutili orpelli, ricercando la semplicità,  come essenza ed emblema della bellezza.

Nella musica di Rosario Bonaccorso si ritrovano un'eterogeneità di influenze e di suggestioni che arricchiscono le composizioni anche  attraverso  le diverse provenienze geografiche dei musicisti che vi hanno lavorato e che  di volta in volta ritroviamo nei concerti dal vivo,   come per questo concerto, dove a fianco di Rosario Bonaccorso  ascolteremo  la malinconia carioca della chitarra di Roberto Taufic, virtuoso musicista brasiliano da anni collaboratore di Bonaccorso,  sempre più apprezzato in Europa per le sue grandi capacità artistiche, soprattutto quella di farci assaporare le influenze musicali d’oltremare.

Le composizioni di Rosario Bonaccorso rappresentano un excursus musicale attraverso diversi continenti in un progetto musicale che attraverso il tema del viaggio vuole tratteggiare esperienze personali e ricordi di vita.. “un viaggio nei luoghi del mondo e nei luoghi dell’ anima”.

Partendo dalla costante ricerca stilistica e melodica che ha contraddistinto da sempre il suo lavoro, Bonaccorso ama prendere l'ascoltatore per mano per condurlo nel proprio mondo interiore, nel quale l'elemento della scoperta e dell'esplorazione di terre lontane e quella del suo profondo personale si uniscono, restituendo un ritratto affascinante e ricco di sfaccettature dell'universo musicale del musicista.

Il contrabbassista, per la prima volta, si presenta discograficamente e dal vivo anche in veste di cantante e autore dei testi, dando voce ad alcune tracce: Storto, My Faith, Mon Frere, Song For My Father.  Una passione quella del canto, che negli anni lo ha reso riconoscibile grazie a quel personale  connubio stilistico tra la sua voce e quella del suo strumento, elemento unico che da sempre contraddistingue la sua identità musicale.

Luogo di spettacolo

FATTORIA EOLIA
Via Ferruzzi
Luvigliano (PD)

Tra i Colli Euganei, poco lontano dalla città di Padova, Giovanni Zini produce il suo vino. È stato il coraggio e l’amore per la sua terra che lo hanno portato a Fattoria Eolia. Una storia leggera, di chi ha saputo spiccare il volo per seguire una passione.  Siamo a Luvigliano di Torreglia, ai confini con il comune di Teolo in uno scenario di rara bellezza. Certamente tra le aree più vocate per la viticoltura sugli Euganei. Colli di origine vulcanica, solitamente dal suolo scuro e pesto. Ma non qui. Tra le vigne spunta una terra argillosa, ricca di trachite e marna, dal colore chiaro. Sono le Terre Bianche. Uno teatro naturale e perfetto per ospitare un evento intimo e raffinato.